VINTAGE STYLES

È il periodo delle scoperte e dei primi motociclisti, fino alla nascita di una vera e propria passione e di una nuova cultura negli anni 1960. Gli inglesi sono i più famosi dell’epoca e i riferimenti del momento sono Norton, BSA, Triumph e molti altri ancora… Ispirandosi all’aviazione, si ricorre a una bellissima pelle, semplice ma efficace, e sicuramente d’effetto. Sull’altra costa atlantica, Harley Davidson rafforza il suo stile più Rock, a cui è associato il giubbotto di pelle nera indossato da leggende quali James Dean e Marlon Brando, altri appassionati di motociclismo.

caferacer

Esaltata da gare mitiche come il Tourism Trophy, e da film cult come “Continental Circus”, la storia della competizione si fa strada. È lo spirito delle prime stagioni del motociclismo negli anni 1960/70, si abbassano i manubri, e alle moto si aggiungono le forcelle… e sellini spoiler; ci si equipaggia per fare più ‘’racing’’: la moto diventa sportiva… Le giacche lasciano spazio a giubbotti più corti; nascono le prime protezioni, a volte semplici carré imbottiti, e potendoselo permettere, si indossano pantaloni e stivali in pelle. Si organizzano competizioni amatoriali, che hanno come punto di partenza e di arrivo il caffè dell’angolo… dove ci si riunisce per raccontarsi i sorpassi più emozionanti o i più grandi fallimenti.

urbanexplorer

L’ispirazione è quella di mitici film come “Il rally dei campioni‘” o “La grande fuga” con Steve McQueen, in cui negli anni 1960 nascono questi nuovi eroi alla scoperta di nuovi orizzonti, alla ricerca di nuove sensazioni in moto… questo stile aggressivo riprende i classici motociclisti che hanno attraversato le epoche… Lo stile è funzionale: tasconi e, cinture. I materiali sono di ottima qualità, resistenti e robusti: alla pelle si unisce il cotone oleato dei Barbour ancora molto sfruttati oggi nel prêt-à-porter e perfetti per un guardaroba più urban style.